MOZART E STRAVINSKIJ

Il tempo di Mozart, un tempo di Fantasia

M.A.C. Piazza Tito Lucrezio Caro, 1
Musica da Camera
Abbonamenti
Programma
Wolfgang Amadeus Mozart Sonata per violino e pianoforte in Fa maggiore K 376
Wolfgang Amadeus Mozart Sonata per violino e pianoforte in Fa maggiore K 377
Igor Stravinskij Duo concertante per violino e pianoforte

C’è nella scrittura di Mozart un equilibrio così magico da sembrare essersi determinato da sé, qualcosa di simile a quel che raccontano i romanzieri dei loro personaggi, che qualche volta prendono corpo fino a condurre loro stessi il gioco e orientare l’evolversi della vicenda.
I musicisti hanno sempre ragionato sulle qualità del materiale che usano, che è sì di invenzione ma di cui desiderano scoprire le potenzialità anche oltre al programma che si erano dati all’inizio: il materiale serve, ma anche produce esso stesso, quasi per propria volontà. In questo Stravinskij è stato maestro, ed è per questo che non si poteva rinunciare ad una sua presenza in questo ciclo. Tra i suoi pezzi la scelta è caduta sul Duo Concertant, un pezzo programmaticamente rivolto ad un passato anche più antico di quello di Mozart, ispirato alla poesia pastorale dell’antichità.
 

Interpreti
  • Violino Fulvio Luciani
  • Pianoforte Massimiliano Motterle