SCHUBERT E KURTÁG
Auditorium di Milano Fondazione Cariplo Milano Musica
Stagione Sinfonica
Abbonamenti
D
E
F
G
H
I
Programma Durata: 80' ca.
Franz Schubert Sinfonia n. 5 in Si bemolle maggiore D 485
György Kurtág New Messages op. 34a
György Kurtág Samuel Beckett: What is the Word op. 30b (Cos'è la parola)
Franz Schubert Sinfonia n. 8 in Si minore D 759 "Incompiuta"

Parole, messaggi e frammenti: la musica di György Kurtág, uno dei più importanti compositori viventi, dialoga con il teatro di Samuel Beckett per esplorare i paradossi e le possibilità della comunicazione tra sensazioni artistiche ed esperienze reali. In occasione del Festival Milano Musica, laVerdi e Il Canto di Orfeo ci invitano a fare un salto nell’assurdo sonoro alla scoperta dei mille, inquieti volti del nostro parlare avvolti dalla confortante parola di Franz Schubert.

CONFERENZA PRIMA DEL CONCERTO
In collaborazione con Milano Musica

Il Novecento tra Beckett e Kurtág

“Compresi d’un tratto che è possibile creare sostanzialmente dal nulla: in pratica senza materiali e semplicemente perché qualcosa avviene che trasforma il nulla in movimento”. In questa affermazione dagli emblematici tratti beckettiani, György Kurtág ha condensato alcuni principi fondamentali della sua poetica compositiva, intesa sia in senso teorico, sia in senso operativo. Quel “qualcosa che avviene” si esplicita spesso nelle più diverse manifestazioni di “objets trouvés” (musicali) la cui esperienza Kurtág condivide con la grande arte del ventesimo secolo e della contemporaneità. La genesi di What is the Word  (1990) ne è un esempio paradigmatico e appassionante. 

Auditorium di Milano - Foyer della balconata
venerdì 9 novembre ore 18.00 - Ingresso libero

Relatore Enrico Reggiani

Interpreti
Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi - Ensemble vocale Il Canto di Orfeo

In coproduzione con