23/01/2020
laVerdi alla Triennale per lo spettacolo "Curon / Graun"

Una formazione de laVerdi prenderà parte alla produzione di "Curon / Graun" del collettivo OHT (Office for a Human Theatre) di Filippo Andreatta, tra le personalità più interessanti del Teatro di ricerca degli ultimi anni, dal 23 al 25 gennaio alla Triennale.

Al centro del lavoro, e della scena, la vicenda dell’omonimo paese altoatesino sommerso dalle acque nel 1950: in quell’anno la costruzione di una grande diga unificò infatti il lago di Resia e il lago di Mezzo sommergendo 523 ettari di terreno coltivato e 163 case dell'antico abitato di Curon in Val Venosta. Il testo e le immagini filmate si mescolano con la performance live immergendo il pubblico in un’esperienza epifanica e ipnotica, dove il campanile della chiesa del paese sommerso di Curon diventa l’unico protagonista del palco insieme ai musicisti dell’Orchestra Sinfonica Giuseppe Verdi di Milano. In linea con le sfumature politiche della produzione più recente di OHT, lo spettacolo ritrae un paese affogato, dove il suono della campana - tipico dello stile “tintinnabuli” di Arvo Pärt (dal latino tintinnabulum, "una campana" appunto) - fa emergere con veemenza le forze invisibili del paesaggio alpino.  L’azione scenica, nello spazio privo di attori, parte dal silenzio e dai rintocchi fantasma del campanile di Curon per connettere lo spettatore a una rinnovata struttura narrativa del teatro musicale. 

 

Per maggiori informazioni: https://www.triennale.org/eventi/oht--office-for-a-human-theater/