Lezioni - Concerto

Stagione Educational 2018 / 2019

Venerdì 19 ottobre 2018 ore 10.30
GLI OTTONI DE LAVERDI – età 6/14 anni

L'Ensemble degli ottoni conduce il pubblico alla scoperta di questa sonora famiglia partendo dalla tecnica e dalle caratteristiche timbriche di ogni singolo strumento fino all'ascolto di brani tratti dal repertorio classico e contemporaneo, spaziando dalla musica rinascimentale alla musica da film, arrivando a comprenderne le sonorità e i diversi stili di esecuzione.

 

Martedì 30 ottobre 2018 ore 10.30
IL TANGO – età 9/14 anni
Violino Luca Santaniello – Violoncello e Percussioni Tobia Scarpolini – Fisarmonica e Bandoneon Davide Vendramin

“Il tango è un pensiero triste che si balla ed insieme la gioia più sfrenata che con la sua musica colora la vita” Alla scoperta dei colori del Nuevo Tango di Buenos Aires attraverso i brani di Astor Piazzolla. Un violino che balla, un violoncello che salta, una fisarmonica e un bandoneon che raccontano storie.

 

Martedì 6 novembre 2018 ore 10.30
IL GIRO DEL MONDO CON GLI ARCHI – età 6/10 anni
Relatore Marco Ferretti – Violini Gianfranco Ricci, Marco Ferretti – Viola Gabriele Mugnai – Violoncello Gabriele d’Agostino

Un percorso conoscitivo del repertorio classico, con qualche digressione nel panorama tradizionale; ogni ascolto è accompagnato da brevi didascalie e spiegazioni sulle caratteristiche degli strumenti utilizzati. Per fare il giro del mondo musicale ci saranno quattro "caravelle" sonore: gli strumenti ad arco per scoprire le culture, le forme, l'atmosfera esotica dei paesi del mondo. Salite a bordo!

 

Mercoledì 21 novembre 2018 ore 10.30
IL CONCIORTO – età 10/14 anni
di e con Biagio Bagini e Gian Luigi Carlone

Il Conciorto è un progetto musicale di Biagio Bagini e Gian Luigi Carlone (Banda Osiris) che unisce tecnologia e natura. Infatti, attraverso la scheda elettronica Ototo (Arduino Based) e grazie all’acqua presente negli ortaggi, le verdure stesse diventano strumenti musicali, riuscendo ad emettere suoni (in quanto conduttori di elettricità) e formando una vera e propria tastiera di verdure, insieme a chitarra, sax e flauto. Ma il Conciorto non è solo verdure che suonano e creano stupore, è canzoni originali che parlano del rapporto tra l’uomo e la natura, racconti di orti immaginari appartenuti a musicisti (David Byrne, Damon Albarn, Thom Yorke) registi (François Truffaut), è teatro e movimento, poesia e divertimento, è meraviglia e incanto del pubblico di ogni età. Eseguito in tutta la penisola, in Svizzera, Galles, Inghilterra e Portogallo, il Conciorto ha prodotto due album, un libro e numerosi video musicali che parlano di natura e musica.

 

Giovedì 29 novembre 2018 ore 10.30
LO SCHIACCIANOCI – età 12/19 anni
Čajkovskij: Lo Schiaccianoci
Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi – Direttore Patrick Fournillier

Interpretato e rivisitato nelle più diverse forme e linguaggi fin dalla sua prima trionfale esecuzione nel dicembre del 1892, la celebre opera di Čajkovskij torna in Auditorium nella sua forma integrale assieme all’Orchestra Sinfonica con la direzione di Patrick Fournillier: un’occasione unica per rivivere la magia di una musica senza tempo, un capolavoro che, nella sua fantasia e immediatezza, ha fatto sognare intere generazioni.

 

Martedì 11 dicembre 2018 ore 10.30
JAZZY CHRISTMASNATALE IN JAZZ CON PAOLO TOMELLERI – età PER TUTTI

Un viaggio alla scoperta del Jazz dalle sue origini ad oggi con uno dei suoi più celebrati protagonisti: Paolo Tomelleri. Il Maestro torna all’Auditorium con la sua collaudata Big Band, composta da musicisti italiani di fama internazionale, e con la splendida voce di Celeste Castelnuovo presenta alcuni fra i brani più rappresentativi del genere…in chiave natalizia!

 

Venerdì 14 dicembre 2018 ore 10.30
JAZZY CHRISTMASCHRISTMAS SONGS CON L’ORCHESTRA SINFONICA JUNIOR – età PER TUTTI

I giovani musicisti dell’Orchestra Sinfonica Junior, formazione composta da ragazzi dai 7 ai 20 anni, si esibiscono per la prima volta all’interno della proposta per le scuole. Sotto la guida del M°Alessandro Cerino, polistrumentista, compositore e arrangiatore italiano, da sempre dedito alla musica e all’educazione musicale, la OSJ presenta un nuovo e accattivante repertorio per festeggiare insieme il Natale e il suo decimo compleanno!!

 

Giovedì 17 gennaio 2019 ore 10.30
LE PERCUSSIONI NEL MONDO: Un viaggio nelle culture attraverso il ritmo – età 8/14 anni
Con I percussionisti de laVerdi – Conduttore Ivan Fossati

Un viaggio interculturale guidato con slide di presentazioni dei diversi strumenti che compongono le due famigli delle percussioni. Attraverso l’esecuzione di brani classici ed etnici, si va alla scoperta dei differenti strumenti, la loro storia e la loro evoluzione. Senza dimenticare gli strumenti classici (timpani, marimba, vibrafono, etc.) e pop (come la batteria), viene dedicato uno spazio alle percussioni e alle musiche etniche per affrontare una delle tematiche di più difficile gestione degli ultimi anni, l’immigrazione di popoli che scappano da situazioni a noi oggi sconosciute come guerre e povertà. Alla musica vengono quindi affiancati video che ben inquadrano la difficoltà del problema e slide che illustreranno i diversi strumenti.

 

Giovedì 24 gennaio 2019 ore 10.30
REGIME E MUSICA DEGENERATA – età 15/19 anni
Wagner: Ouverture da Tannhäuser
Beethoven: Concerto per pianoforte e orchestra n. 4 in Sol maggiore op. 58
Eisler: Niemandsland
Schulhoff: Sinfonia n. 2
Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi –Pianoforte Nazzareno Carusi –Direttore Timothy Brock

In occasione della Giornata della Memoria, vogliamo ripercorre le voci e le musiche che hanno accompagnato (e spesso tragicamente sostenuto) le violenze dell’Olocausto. Da un lato Wagner e Beethoven, maestri del Romaticismo, osannati dalla propaganda del Nazismo; dall’altro Schulhoff e Eisler, compositori dimenticati, uccisi o fuggiti dalla follia nazista, che, con la loro musica, hanno lasciato una commovente e preziosa testimonianza di una delle più immani tragedie della nostra Storia.

 

Venerdì 25 gennaio 2019 ore 10.30
MUSICA E MEMORIA – età 10/14 anni
Con il gruppo Klezmorim Maseltov

“Ci hanno tolto gli abiti, le scarpe, anche i capelli. Ci toglieranno anche il nome: se vorremo conservarlo, dovremo trovare in noi la forza di farlo, di far sì che dietro al nome, qualcosa ancora di noi, di noi come eravamo, rimanga” P. Levi. Questo poteva essere il segreto per sopravvivere alla Catastrofe che si abbatté sul popolo ebraico: trovare la forza per conservare, nonostante tutto, qualcosa di loro stessi. Se non gli oggetti, se non gli affetti, se non il nome... forse la musica? La musica poteva aiutare? Forse. O almeno, così vogliamo pensarlo noi. La musica e le storie, che da sempre vivevano con il popolo ebraico, sono stati compagni di vita e speranza anche durante la tragedia. Con poesie dai campi di concentramento e racconti dei sopravvissuti alla Shoah.

voce recitante Elisa Carnelli
voce e chitarra Emanuela Boggio
chitarra Marcello Serafini
clarinetto Fausto Saredi 
contrabbasso Emiano Renzelli

 

Venerdì 8 febbraio 2019 ore 10.30
LO STRANO CASO DEL CANONE INVERSO – età 11/19 anni
Pianista e relatore Paolo Marzocchi

Conversazione-concerto finalizzata a gettare un po’ di luce sul funzionamento delle dinamiche che permettono ai suoni di organizzarsi in musica, a torto ritenute accessibili solo agli “addetti ai lavori”. Quello che si propone é un percorso all’interno del fenomeno sonoro, di cui la musica è un caso particolare, che sviluppi in chi lo compie una coscienza dell’ascolto. Gli argomenti affrontati vanno dal canto sciamanico, all’armonia, al contrappunto, fino ad alcuni esempi dall’Offerta Musicale di Bach passando per i videoclip di Michel Gondry, e non richiedono alcuna alfabetizzazione musicale. Anche gli aspetti complicati sono presentati in modo semplice e divertente, ricorrendo ad ascolti guidati, videoproiezioni, ed esempi al pianoforte che culmineranno con la celeberrima Rapsodia Ungherese n.2 di Franz Liszt, per l’occasione eseguita con la cadenza “Motu recto e contrario” di Paolo Marzocchi, nella quale gli argomenti affrontati durante l’incontro troveranno piena applicazione.

 

Lunedì 18 febbraio 2019 ore 10.30
IL RINASCIMENTO CON I GIOVANI DE LAVERDI – età 11/19 anni
I Giovani de laVerdi – Pianoforte Pietro Cavedon –Maestro del coro Maria Teresa Tramontin

Una lezione concerto che affronta il Rinascimento a tutto tondo partendo da un'introduzione sul periodo storico/musicale e i cambiamenti profondi che in esso avvengono per poi illustrare la tecnica vocale ed esecutiva. Un viaggio tra brani sacri e profani, ciascuno preceduto dalla presentazione del compositore e dalla tipologia del pezzo, per comprendere le regole del contrappunto ascoltando sia le singole sezioni sia l’intera compagine corale.

 

Lunedì 25 febbraio 2019 ore 10.30
L'ORGANO HAMMOND – età 13/19 anni
Hammond Ivan Merlini – Chitarra Matteo Giudici – Voce Alessandro Formenti – Basso Tony Del Coco – Batteria Tobia Scarpolini

La lezione concerto tratta come argomento l'Organo Hammond e Laurens Hammond, ingegnere, inventore e orologiaio. Il percorso parte dal periodo storico in cui la necessità di soddisfare la richiesta di organi economici per le chiese portò Hammond a progettare uno strumento senza precedenti. Tramite slide ed esempi sonori, ne vengono illustrati funzionamento e timbrica. Ampia parentesi dedicata all'amplificatore nato per l'organo Hammond, il Leslie, e la sua caratteristica sonorità. Ivan Merlini, con l'ausilio della band costituita da voce, chitarra, basso e batteria, completa la spiegazione storica con esempi musicali dai generi più influenzati da questo strumento come gospel, blues e standard jazz fino a brani rock e prog anni '70.

 

Lunedì 4 marzo 2019 ore 10.30
LA SGIANSA – età 11/19 anni
Jail opera di Sebastiano Cognolato Con i detenuti del Carcere di Bollate, i ragazzi della Scuola Bruno Munari, Ivan Fossati e Ulisse Garnerone
Sgiansa è una jail opera rappresentata dai detenuti del Carcere di Bollate con l'aiuto della Associazione Sulle Regole di Gherardo Colombo e degli studenti della scuola media Munari. Al centro dell'opera, concepita e composta da Sebastiano Cognolato, ci sono gli strumenti musicali costruiti dai detenuti con materiale di recupero e in particolare la Sgiansa, un enorme totem sonoro in grado di produrre suoni particolari. Intorno alla Sgiansa ci sono gli altri strumenti musicali, fabbricati dai detenuti con l'aiuto di un esperto musicista e costruttore di strumenti (Ulisse Garnerone), le loro voci che cantano, bisbigliano e declamano, e le voci degli studenti che partecipano al progetto scuola-carcere parallelo all'allestimento. Gli strumenti idiofoni nascono dalle culture individuali dei detenuti: triccheballac calabresi, cajon peruviani decorati, terremoti, martelli, piovre, tubi fischianti, e sonagli sono accompagnati da un quintetto di ottoni, pianoforte e percussioni. Una delle songs che costituiscono l'opera è eseguita dal gruppo rock del carcere. Uno dei brani, dal titolo Jailhouse Bach, è un'elaborazione originale da L'arte della fuga di Johann Sebastian Bach.

È possibile concordare un percorso formativo interdisciplinare sul tema della legalità e della detenzione con eventuali incontri con il compositore e alcuni esperti. 

 

Venerdì 15 marzo 2019 ore 10.30
PIERINO E IL LUPO – età 4/10 anni
Quintetto di Fiati de laVerdi –Attori Nicola Olivieri e Francesco Montemurro – Regia Francesco Montemurro

Una versione recitata e messa in scena della fiaba musicale originale di Prokofiev (con l'orchestra trascritta per quintetto di fiati). Il Maestro Silasolfa vorrebbe introdurre un'esecuzione "classica" con un narratore al leggio-come si fa di solito- ma appare lo zio Guastafester che si sostituisce all'attore e, saccheggiando le suppellettili della toilette, mette in scena la storia a modo suo. Il testo, quindi, non subisce modifiche ma lo stagno, l'anatra, l'uccellino, l'albero e il lupo saranno sostituiti (come oggetti di scena) da una vasca da bagno, uno sturalavandini, un pipistrello, una scala ed una tavoletta del water! Prima dell'esecuzione completa del Pierino e il lupo, la coppia Guastafester-Maestro Silasolfa (comico e spalla) non mancherà di presentare tutti gli strumenti-personaggio coinvolgendo il quintetto ed il pubblico in momenti istruttivi e al contempo ludici.

 

Martedì 19 marzo 2019 ore 10.30
IL VIOLONCELLO SUONA IL ROCK – età 13/19 anni
I BricconCelli: Tobia Scarpolini, Gianni Marziliano, Ivan Merlini, Giulio Cazzani

La classica incontra la popular music. Analizzeremo i generi della pop music (rock, beat, funk, soul, hard rock, pop rock, elettronica e commerciale) paragonandoli ai grandi generi della musica colta. Si parte dalla stilistica strumentale del violoncello, dal barocco al rock, per arrivare a parlare dei più grandi gruppi e solisti della storia: Led Zeppelin, Pink Floyd, Beatles, Abba, Queen, Michael Jackson, Whitesnake, Rainbow, Bon Jovi, Gun’n Roses, AC/DC, Kiss fino ai recenti Jamiroquai, Daft Punk e Britney Spears.

 

Lunedì 8 aprile 2019 ore 10.30
MAURICE RAVEL, la poesia nell’ispirazione musicale – età 12/19 anni
Soprano Gaëlle Meyer – Baritono Giovanni Impagliazzo – Pianoforte e relatore Massimo Cottica

Una lezione concerto dedicata a Maurice Ravel e al suo rapporto con il testo, cantato e non. Il programma prevede la partecipazione di un soprano e un baritono, allievi del Conservatorio G.Verdi di Milano, e comprende le Cinq Mélodies populaires grecques, l'ultima composizione di Ravel ovvero il ciclo Don Quichotte à Dulcinée e termina con Gaspard de la Nuit, composto su tre poemi di Aloysius Bertrand.

 

Lunedì 15 aprile 2019 ore 10.30
ALLA SCOPERTA DELLA MERAVIGLIOSA FAMIGLIA DEGLI ARCHI – età 6/14 anni
Violino Luca Santaniello – Viola Gabriele Mugnai – Violoncello Nadia Bianchi – Contrabbasso Joachim Massa

Un viaggio alla scoperta della variegata famiglia degli archi: un Violino, una Viola, un Violoncello e un Contrabbasso. Ciascun professore illustra il proprio strumento, la sua origine, le sue caratteristiche costruttive. Inoltre, attraverso l'esecuzione di brani musicali, viene messa in evidenza da una parte la caratteristica unica e peculiare del timbro di ogni singolo strumento, dall'altra il fascino di ascoltare questi 4 "personaggi" uniti insieme in un unico suono.

 

Venerdì 10 maggio 2019 ore 10.30
L'ITALIA FONDATA DA MAMELI – età 11/19 anni
Ideazione progetto Danilo Faravelli Filorchestra Paganelli – Direttore Donatella Azzarelli – Attori Costanza Faravelli, Davide Tosetto

Assistendo a una lezione-concerto musicalmente basata su arrangiamenti per ensemble di strumenti a fiato di canzoni e inni che segnarono le loro rispettive epoche d’appartenenza (dal Quarantotto dell’Ottocento al Sessantotto del Novecento), l’uditorio degli studenti viene invitato, tra suoni orchestrali e brevi contestualizzazioni storiche, a meditare sulle tappe più significative del cammino di quasi 160 anni che ci separa dalla proclamazione dall’Unità d’Italia.

 

Martedì 14 maggio 2019 ore 10.30
MUSICA E LEGALITÀ – età 11/19 anni
Orchestra delle classi terze della SCUOLA MEDIA dell’ICS BRUNO MUNARI
Conduttore Ivan Fossati

La legalità e il sociale, in particolare nell’Italia del Sud tra il 1960 e la fine degli ’70, saranno due temi fondamentali nella costruzione della lezione concerto di quest’anno, naturale evoluzione delle tematiche affrontate lo scorso anno. La musica, come sempre, è elemento insostituibile che accompagna il pubblico attraverso un viaggio alla scoperta di un mondo dove la legalità è un bene di pochi e difenderla, in alcuni casi, ha comportato il sacrificio della vita stessa. L’arrivo delle prime radio libere con personaggi che hanno fatto un pezzo di storia del nostro paese, come Danilo Dolci e Peppino impastato. Uomini che si sono contrapposti ai poteri forti tra stato e mafia.

 

Martedì 28 maggio 2019 ore 10.30
BABBO BACH – età 10/16 anni
Orchestra della sezione musicale della SCUOLA MEDIA TABACCHI
Attore Nicola Olivieri – Testi e regia Francesco Montemurro

Johann Christian Bach (interpretato dall'attore Nicola Olivieri) è convinto che oggi si suoneranno le sue musiche visto i grandi successi riscossi nel suo periodo milanese. Ha invece la grande sorpresa di scoprire che la sua fama è stata del tutto offuscata da quella di suo padre, Johann Sebastian Bach. Soprannominato dai figli il "vecchia parrucca" perché considerato sorpassato, Johann Sebastian Bach è oggi celebrato come il più grande, profondo e completo musicista di tutti i tempi. Da questo contrasto padre-figlio, antico-moderno, nascono le occasioni per introdurre diversi brani del repertorio bachiano cercando di svelarne le caratteristiche compositive e sfiorando il mistero della loro eternità.

 

Venerdì 31 maggio 2019 ore 10.30

BEETHOVEN E BRAHMS – età 14/19 anni
Brahms Concerto per violino, violoncello e orchestra in La minore op. 102
Beethoven Sinfonia n. 7 in La maggiore op. 92
Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi
Violino Luca Santaniello – Violoncello Erica Piccotti
Direttore Patrik Fournillier

Possono bastare un concerto e una sinfonia per raccontare tutta la meravigliosa avventura del Romanticismo tedesco, dai suoi inizi in epoca napoleonica alla sua conclusione sul finire del XIX secolo? Assolutamente sì, soprattutto se si tratta del Concerto “doppio” di Brahms e della Settima di Beethoven, due capolavori tanto diversi fra loro quanto simili per la forza, l’eleganza e la bellezza senza tempo che li unisce: Patrick Fournillier guida laVerdi in un suggestivo viaggio nel mondo germanico dell’Ottocento per raccontarne i tormenti e le utopie alla ricerca del suo messaggio ancora oggi universale.